Consiglio Nazionale delle Ricerche

Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale

L'IBAF afferisce al Dipartimento CNR di "Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente". Fu istituito nel 2002 accorpando l'Istituto di Agroselvicoltura (IAS) di Porano, l'Istituto di Biochimica ed Ecofisiologia Vegetale (IBEV) di Montelibretti (Roma), e il Centro Studi di Biologia e Controllo delle Piante Infestanti di Legnaro (PD). Nel 2004 è stato accorpato il gruppo di ricerca dell'Istituto di Pianificazione e Gestione del Territorio (IPIGET) di Napoli, mentre nel 2007 è stata attivata a Cinte Tesino (TN) un'Unità di Ricerca presso Terzi per lo studio dei "Cambiamenti Ambientali in Territorio Montano".





L’Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale è situato a Porano (TR), ospitato nell'edificio storico del parco di Villa Paolina e comprende altre 4 sezioni:

  • Sede secondaria di Legnaro (Pd) già Centro di Studio sulla Biologia e Controllo delle Piante Infestanti;
  • Sede secondaria di Montelibretti (Roma) già Istituto di Biochimica ed Ecofisiologia Vegetali;
  • Sede secondaria di Napoli (NA) già Istituto per la Pianificazione e gestione del territorio;

La missione scientifica dell’IBAF, secondo l’atto costitutivo, è di svolgere trasversalmente nelle sue sedi le attività di ricerca fondamentale e applicata sulle seguenti principali tematiche:

  • Interazioni tra le specie vegetali e l’ambiente;
  • Effetti degli interventi antropici sugli equilibri ecologici;
  • Processi e meccanismi biologici ed evolutivi nei vegetali in relazione all’ambiente;
  • Meccanismi ecofisiologici e produttività delle piante agrarie e forestali.

La sede dell'IBAF a Porano, dispone di una superficie totale di circa 1000 mq, di cui 270 mq occupati da laboratori e il resto da uffici, amministrazione, biblioteca, sala convegni e aree di rappresentanza e locali tecnici. I laboratori sono tutti organizzati in base alle esigenze strumentali di ricerca di alcune attività tematiche dell'Istituto attualmente strutturate in aree tematiche.

La sede di Legnaro dell’attuale Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale nasce nel 1973 presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Padova come “Centro di studio sui diserbanti”, dal 1993 rinominata “Centro di studio sulla Biologia ed il Controllo delle Piante Infestanti” (CeBI).  La sede è tuttora ospitata presso il Dipartimento DAFNAE dell’Università di Padova.

La sede secondaria di Montelibretti è situata nell'Area della Ricerca di Roma1-Montelibretti del CNR (www.mlib.cnr.it) ed  è costituita da una struttura principale di 1000 mq, suddivisa in locali uffici e laboratori,  e dai locali Micoteca, costituiti da una struttura di 120 mq in cui ha sede la Banca Internazionale dei Funghi Saprofiti Eduli e da due serre a condizionamento termico di circa mq 64 ciascuna, oltre a vari altri locali tecnici.

La sede secondaria di Napoli ha una sede di circa 250 mq,  in gran parte adibita a locali tecnici e uffici per attività di analisi,  pianificazione e riqualificazione del territorio, ricostruzione di paesaggi storici con strumenti tecnologicamente avanzati come GIS, analisi matematica, statistica ed econometrica.

Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione cookie policy altrimenti chiudi